Quel che re-esiste

Opere realizzate  con lentezza, strato dopo strato, con alternanza di materia e resina affinché sembrino reperti archeologici portati alla luce da un muro di Roma in un futuro immaginario, dove delicatamente, al contrario, sia stato tolto e non aggiunto uno strato.Immagini colorate e frammentate, immagini della vita di oggi dove il nostro presente diventa passato testimoniando l’inesorabile scorrere del tempo.

La figurazione di soggetti carichi di un nuovo simbolismo e di un’emergente potenza segnica, per la maggior parte giovani donne e bambine, sgorgate direttamente da quel limbo presente tra il conscio e l’inconscio sono il punto di partenza per alcune delle opere dell’artista romana.